Immagine con CADIN GTX LO, PictureSelection_2019-06

LOWA PRO Team Alix von Melle

Sette su quat­tordici

A prima vista Alix von Melle non sembra corris­pondere all’im­magine tipica di un’al­pinista estrema o d’alta quota: infatti la geografa, originaria di Amburgo, è minuta e ha un viso dai tratti molto delicati. Ciononostante è una delle alpiniste d’alta quota tedesche di maggiore successo.

Alix von Melle è un’al­pinista per passione e adora anche arram­picare, pedalare sulla sua mountain bike e andare a sciare. Il desiderio di scalare le montagne più alte del modo si è manifestato piuttosto tardi. Certo, da bambina andava spesso a sciare sulle Alpi e si godeva gli inverni miti di Amburgo, ma la voglia di provare l’ar­ram­picata o lo sci alpinismo è arrivata solo durante gli anni dell’università a Monaco di Baviera. Con le Alpi a portata di mano, Alix ha scoperto l’al­pinismo, ha iniziato a praticarlo con grande serietà ed è diventata un’al­pinista molto versatile.

Alix ha già scalato sette dei 14 ottomila, sei dei quali insieme al marito Luis Stitzinger (anche lui membro del team LOWA PRO). Il tutto senza usare ossigeno artificiale. Quando non è in montagna, Alix lavora come addetto stampa. Vive con il marito a Füssen, in Algovia orientale.

Fatti e dati

Data di nascita:
01.09.1971
Luogo di nascita:
Hamburg
Paese d’origine:
Füssen
Professione:
Guida alpina e sciistica abilitata
Punto d’ar­ram­picata preferito:
Wetterstein
Montagna locale:
Tegelberg in inverno/Säuling in estate
Altezza:
1,74 m
Peso:
62 kg

Alix von Melle,
Hai un idolo, una persona che consideri un modello da seguire? Dove hai trovato la tua motivazione?

« L’ho trovata dentro di me: sono stato io a voler cominciare con l’al­pinismo. A motivarmi è il desiderio di provare qualcosa di nuovo per me stesso, non perché lo vuole qualcun altro. »

Ci racconti un momento speciale della tua carriera sportiva? Un traguardo che ti ha portato oltre i tuoi limiti?

« La scalata della parete sud dell’Aconcagua! È una parte verticale alta quasi 3.000 metri sulle Ande, l’ho completata nel 2000. »

Se volessi convincere qualcuno a seguire le tue orme, quali argomenti useresti per convincerlo?

« L’al­pinismo e la natura sono due incredibili fonti di energia per chi vuole staccare la spina e ricaricare le batterie. Ma la cosa più importante è fare ciò che si ha voglia di fare. E in fatto di sport è fondamentale seguire le PROPRIE inclinazioni e non i desideri degli ALTRI. »

Le mie scarpe per…

Le spedizioni e i tour