Consigli per la via ferrata Una guida per arrivare fino in cima

raffalt-129

Le vie ferrate godono di una popolarità sempre crescente. Non è una sorpresa, dato che offrono la possibilità di misurarsi con pareti rocciose ripide rimanendo in sicurezza. Così, anche i meno esperti possono arrivare in luoghi che normalmente solo gli arram­picatori estremi o gli alpinisti sono in grado di raggiungere. Tuttavia, anche sulle vie ferrate ci sono alcuni dettagli da tenere a mente per incorrere nel minor numero possibile di rischi. Infatti una preparazione sbagliata o un’at­trez­zatura non adatta possono trasformarsi rapidamente in problemi seri. Qui abbiamo raccolto per te alcuni consigli, affinché tu sappia cosa aspettarti da una vita ferrata.

Immagine con CADIN GTX MID, Bilderauswahl HochzweiMedia August 2020
CADIN GTX MID

Il nostro consiglio per la scarpa:
CADIN GTX MID

difficoltà Considera bene il grado di difficoltà del tuo itinerario

Durante la scelta della via ferrata è importante informarsi sui diversi gradi di difficoltà e adeguare il tuo itinerario alle tue capacità individuali. La regola è non soprav­valutarsi mai e, in caso di dubbio, preferire un itinerario più facile. Solitamente, le vie ferrate vengono clas­sificate usando due scale differenti.

  1. Scala di Hüsler
    I gradi di difficoltà variano da K1 (facile) a k6 (più che estremamente difficile).

  2. Scala di Schall
    Questa scala clas­sifica le vie ferrate da A (facile) a F (più che estremamente difficile). La combinazione di due lettere, ad esempio A/B, indica che in questi passaggi sono presenti elementi di entrambi i gradi di difficoltà.

Deutschland Alpen Zugspitze
CEVEDALE EVO GTX Ws

Il nostro consiglio per la scarpa:
CEVEDALE EVO GTX Ws

Comunicazione Assicurati di comunicare chiaramente quando superi qualcuno e mantieni sempre una distanza adeguata

Quando ti sposti sulla via ferrata è importante mantenere una distanza sufficiente dalla persona davanti a te. Per orientarti puoi ricordare questa regola: tra due punti fissi può esserci sempre una sola persona. Questo serve a evitare che tu rimanga coinvolto/-a in caso di caduta della persona prima di te.

Se diverse persone stanno affrontando la stessa via ferrata contem­poraneamente, è necessaria una comunicazione chiara e compren­sibile. In particolare, in caso di eventuali “manovre di sorpasso” dovresti far capire chiaramente alla persona prima a te che intendi passarle davanti. Così facendo eviterai di creare un’inutile confusione.

2020_lowa_arthur-kudelka

« Se ci sono troppe persone su una via ferrata, in caso di dubbio è sempre più sicuro e sensato rimandare l’ascesa alla prossima volta. »

Arthur | LOWA Respon­sabile servizi

Immagine con CADIN GTX MID, Bilderauswahl HochzweiMedia August 2020
ALPINE PRO GTX LE

Il nostro consiglio per la scarpa:
ALPINE PRO GTX LE

Attrez­zatura Tutto quello di cui hai bisogno per il tuo itinerario

Per arram­picare su una via ferrata è necessaria una certa attrez­zatura, che comprende, oltre a un set da ferrata, un’im­bragatura e un casco da ferrata. Sono consigliabili anche dei guanti speciali da ferrata. Inoltre, molti ignorano che anche le calzature sono un elemento importante: non tutte le scarpe da escursione, infatti, sono automa­ticamente adatte per una via ferrata. Per questo, prima di intraprendere il tuo itinerario dovresti informarti bene riguardo alle scarpe adatte. In generale, la scarpa giusta dovrebbe offrirti una stabilità sufficiente ed essere dotata di una suola rigida per garantirti un passo sicuro.

  • Set da ferrata

  • Imbragatura

  • Casco da ferrata

  • Guanti da ferrata

  • Scarpe adeguate

  • Fettuccia di riserva

  • Moschettone di riserva

  • Set di primo soccorso

  • Cellulare

2020_lowa_arthur-kudelka

« Per bere, utilizza un sistema di idra­tazione con tubo piuttosto che una normale borraccia. Specialmente nelle giornate calde, sulle pareti rocciose fa molto caldo e l’idra­tazione è particolarmente importante. Con un sistema di idra­tazione puoi prendere più spesso dei piccoli sorsi d’acqua senza toglierti lo zaino. »

Arthur | LOWA Respon­sabile servizi

Klettersteigszene am Gerardo Sega, Gardasee, Trentino, Italien.

Gioco di squadra Non affrontare mai una ferrata in solitaria

Fondamen­talmente, questo consiglio vale sia per i prin­cipianti che per gli esperti, ma è particolarmente importante se hai poca o nessuna esperienza. Se finora non sei mai stato/-a su una via ferrata, non dovresti assolutamente affrontare il tuo primo itinerario in solitaria. Fatti accom­pagnare da un partner esperto o da una guida alpina.

Come mai è così importante? È molto semplice. Le vie ferrate sono molto ripide e conducono attraverso terreni accidentati. Qui c’è spesso bisogno di aiuto e la sicurezza ha un ruolo fondamentale, per cui è necessario un buon gioco di squadra. Se ad esempio qualcuno dovesse scivolare o cadere, l’altro può diret­tamente pres­targli aiuto e chiamare i soccorsi. Inoltre, ci si può controllare l’at­trez­zatura a vicenda, ad esempio se l’im­bragatura è stata indossata corret­tamente o se il casco è allacciato, e correggere alcuni errori prima ancora di iniziare.

2020_lowa_arthur-kudelka

« Se vuoi fare delle foto durante l’ascesa, l’opzione migliore è usare un cordino e un piccolo moschettone per fissare il tuo cellulare o la fotocamera allo spal­laccio dello zaino o all’im­bragatura. Il cordino deve essere lungo abbastanza da permetterti di fare le foto, ma senza intral­ciarti durante l’ar­ram­picata. Inoltre, riponi il cellulare o la fotocamera in un’ap­posita custodia attaccata all’im­bragatura o una tasca dello zaino. Questo ti permette di fare delle belle fotografie per te e il tuo compagno di arram­picata senza rischiare che qualcosa cada giù ed ha il doppio vantaggio di mantenere al sicuro i tuoi dispositivi e impedire che rimangano dei rifiuti elet­tronici in montagna. »

Arthur | LOWA Respon­sabile servizi

2016_Athlete testing_CoburgerHütte

In giro Prenditi tempo a sufficienza per sganciare e agganciare

Questo consiglio riguarda uno degli errori più frequenti che avvengono sulle vie ferrate. Tieni sempre a mente questo principio di base: la precisione è più importante della velocità! Non farti mettere pressione.

Fai attenzione a non sganciare mai contem­poraneamente entrambi i moschettoni e a tenere sempre una mano sulla fune. Agganciati subito alla prossima fune non appena ne hai la possibilità. È importante sganciare e riag­ganciare per primo il moschettone anteriore, e poi quello posteriore.

2020_lowa_arthur-kudelka

« Oltre al set da ferrata, utilizza anche una fettuccia con un moschettone (ca. 90 cm) o una speciale fettuccia di ancoraggio, possibilmente con lunghezza regolabile. Così facendo potrai fissarti anche alla fune d’acciaio o a un gancio per riposare le braccia o fare delle foto. »

Arthur | LOWA Respon­sabile servizi