Pellegrinaggio sul Cammino di Santiago In viaggio verso sé stessi

Camino Primitivo Spain

Il Cammino di Santiago, le cui origini risalgono all’VIII secolo d.C., è l’itinerario di pellegrinaggio più famoso d’Europa. Il nome “Cammino di Santiago” indica in realtà tutti gli itinerari europei che conducono al sepolcro dell’Apostolo Giacomo, situato nella città spagnola di Santiago de Compostela. Con il rifiorire della tradizione dei pellegrinaggi qualche anno fa sono stati riscoperti numerosi percorsi di epoca medievale, ed è possibile che uno di essi si trovi proprio nei pressi di casa vostra.

puente la reina steinbrücke jakobsweg navarra spanien baskenland arga pilger pilgerweg mittelalter templerkloster iglesia del crucifijo kruzifix-kirche santiago-kirche wappengeschmückte adelshäuser bürgerhäuser
RANGER III GTX

Il nostro consiglio per la scarpa:
RANGER III GTX Modello per Donne Modello per Uomini

Dormire in sala comune Infor­mazioni utili sugli alloggi per i pellegrini

Il Camino Francés è famoso anche per gli ostelli pubblici o parroc­chiali che si trovano diret­tamente lungo il percorso. La condizione fondamentale per accedere a questi alloggi economici (dai 5 agli 8 euro) è presentare un passaporto del pellegrino valido. Tuttavia, la permanenza è limitata a una notte e non è possibile riservare i posti in anticipo, vale la regola del “chi primo arriva, meglio alloggia”. Ci sono però anche moltissimi hotel specializzati nell’ac­coglienza ai pellegrini.

Gli ostelli aprono normalmente tra le 14:00 e le 16:00, l’orario di quiete notturna inizia alle 22:00. Di solito questi alloggi sono arredati in modo molto spartano e spesso si tratta di dormitori misti con letti a castello.

Dotazione dei dormitori: gli ostelli per i pellegrini si limitano ad avere dei materassi, mentre coperte e lenzuola sono disponibili solo di rado e su richiesta. Un sacco a pelo personale è quindi imprescin­dibile. Sono raccomandati anche dei tappi per le orecchie e una lampada frontale o una torcia.

Sicurezza negli alloggi: anche durante un pellegrinaggio è consigliabile avere un po’ di sana diffidenza e non diventare troppo imprudenti.

Non può mancare una piccola custodia per tutti quegli oggetti che non vanno mai lasciati incus­toditi. Potete portarla con voi ovunque andiate, anche in cucina o in bagno, e tenerla vicino al corpo nel sacco a pelo quando dormite. Per lo zaino è raccoman­dabile usare una custodia protettiva da chiudere con un lucchetto a combinazione.

Protezione dai parassiti: le cimici dei letti sono un problema ricorrente per la maggior parte degli alloggi e persino per gli hotel. Debellarle completamente è impos­sibile, ma si può almeno ridurre di molto il rischio con le seguenti accortezze.

– Prevenzione: prima della partenza vaporizzate sul sacco a pelo dei prodotti che contengono il principio attivo permetrina. L’azione di questi prodotti dura fino a quattro settimane.

– Controllo: le cimici dei letti sono attive di notte e spesso si nascondono in crepe e fessure, per cui non sono facili da individuare. Un campanello d’allarme è dato dalle loro feci, che si presentano come puntini neri sul materasso o ammuc­chiati nelle vicinanze della loro tana.

– Ostacolare la diffusione: mai appoggiare lo zaino sul letto o contro pareti ruvide e screpolate.

Preparazione dei pasti: gli alloggi tradizionali sul Cammino di Santiago sono dotati di cucine comuni. Tuttavia, spesso mancano gli utensili necessari e le stoviglie, quindi è opportuno limitarsi a cibi semplici. L’ideale sarebbe portare con sé anche le proprie stoviglie, sono consigliati posate, un coltello tascabile, un tagliere di plastica leggero e una grossa tazza da usare anche in sostituzione dei piatti se necessario.

Extra:

In alta stagione, quando le opzioni per il pernot­tamento scar­seggiano, si scopre lo spirito d’ac­coglienza della popolazione locale che mette a disposizione sistemazioni d’emergenza di ogni tipo, dalla sala comune dei vigili del fuoco locali al capanno da giardino di qualche privato o il magazzino della scuola di surf.

“Nessun pellegrino è mai tornato a casa senza avere un pregiudizio in meno e una nuova idea in più.”

– Thomas More, politico e umanista –

way of St James pilgrim in Santiago of Compostela , Galicia , Spain
TREKKER

Il nostro consiglio per la scarpa:
TREKKER Modello per Uomini

Un “must have” per i pellegrini Infor­mazioni utili sul passaporto del pellegrino

Sul passaporto del pellegrino si raccolgono i timbri delle tappe visitate dal punto di partenza fino alla destinazione. Il documento viene timbrato negli alloggi in cui si trascorre la notte. Se una volta ci si dimentica di far mettere il timbro in ostello, c’è la possibilità di recuperarlo in chiese, uffici pellegrinaggi, uffici turistici e a volte in alcuni bar, caffè e ristoranti. Lo svan­taggio è che questi luoghi potrebbero non essere aperti.

Per accedere alle sistemazioni economiche negli ostelli pubblici e parroc­chiali bisogna assicurarsi che la documen­tazione dell’itinerario non presenti lacune: ogni tappa deve essere confermata con un timbro e, soprattutto, la data.

Presentando il passaporto del pellegrino presso la tappa di destinazione a Santiago de Compostela si ottiene un certificato di pellegrinaggio. Questo ambito souvenir del Cammino di Santiago viene rilasciato dalla “Oficina de Acogida al Peregrino” (Ufficio di accoglienza al pellegrino), che si trova vicinissima alla cattedrale. Il certificato attesta ufficialmente l’av­venuto pellegrinaggio.

Dove procurarsi il passaporto del pellegrino: è consigliabile procurarsi il documento già prima di partire. Presso le istituzioni ecclesiastiche e alcune società autorizzate (ad esempio le Associazioni degli Amici del Cammino, www.caminodesantiago.gal) lo si può richiedere diret­tamente o scaricare i moduli necessari.

Tempo di lavorazione: Durante l’alta stagione il rilascio del passaporto del pellegrino può richiedere dalle tre alle quattro settimane, dunque è consigliabile richiederlo per tempo prima della partenza.

Camino del Norte
LAVENA II GTX Ws

Il nostro consiglio per la scarpa:
LAVENA II GTX Ws Modello per Donne Modello per Uomini

Infor­mazioni di base sul Camino Francés Un cammino sicuro e ben battuto

Il Camino Francés (“Cammino francese”), lungo 770 km, è la strada più famosa per raggiungere Santiago de Compostela e inizia a Saint-Jean-Pied-de-Port, nel Paese Basco francese. Oltre il 10% dei pellegrini parte da qui.

Il percorso si snoda verso ovest lungo la regione setten­trionale della Spagna, toccando città di grande significato come Burgos e León e attraversando quattro comunità autonome spagnole: Navarra, La Rioja, Castiglia e León e Galizia. La durata media del viaggio va dalle quattro alle sei settimane con un ritmo gior­naliero di 20–25 km.

Scegli il periodo giusto: per via del clima mite il periodo migliore per partire sono i mesi da marzo a giugno e settembre-ottobre. In estate inoltrata il Cammino è molto traf­ficato a causa delle vacanze scolastiche e univer­sitarie.

Camminare senza bagagli: molti tour operator offrono un servizio di trasporto degli zaini.