Incontro al vertice fra profes­sionisti per il test sul campo

Il terzo workshop con gli atleti al rifugio Coburger Hütte

Dopo due workshop a Jetzendorf, nei quali gli atleti del team LOWA PRO insieme al reparto Sviluppo LOWA avevano sviluppato nuove idee per i modelli della linea Performance, nel settembre 2016 ci si riunì per tre giorni al rifugio Coburger Hütte. La missione era: testare da cima a fondo i nuovi prodotti Performance.

Mt. Everest, Nepal, Tibet

« Sono curioso di vedere come sono state sviluppate le idee e non vedo l’ora di provare le scarpe sul campo – là fuori si vede subito chi vale e chi no. »

Luis Stitzinger | LOWA PRO Team

INel periodo fino a settembre il reparto Sviluppo aveva lavorato a pieno ritmo per integrare nelle scarpe le carat­teristiche richieste dal team PRO. La grande sfida consisteva nel conciliare tutte le richieste degli atleti e nello sviluppare una nuova linea in grado di soddisfare le massime esigenze alpinistiche.

Per il test pratico gli atleti del team LOWA PRO Ralf Dujmovits, Rudi Hauser e David Göttler con i rappresentanti del team di sviluppo e marketing si sono trasferiti per tre giorni al rifugio Coburger Hütte per sottoporre le nuove scarpe a un primo banco di prova. Il rifugio si trova sulla catena montuosa di Mieming in Tirolo a pochi metri di dislivello sopra il lago Drachensee. Un terreno ideale per verificare se le nuove tecnologie avrebbero risposto bene, come sperato dal team di sviluppo.

Giorno 1

Il primo giorno a Ehrwald tutto il team fu equipaggiato con lo scarpone da alpinismo top di gamma ALPINE PRO GTX, con la scarpa da approccio APPROACH PRO GTX e con la scarpetta da arram­picata ROCKET. Passando per il sentiero “Hoher Gang” si cominciò col salire piuttosto comodamente il pendio inferiore. Gli atleti e il team LOWA sfrut­tarono il tempo per discutere dei nuovi programmi e per aggiornarsi a vicenda. Si attraversò poi un cono di deiezione coperto di vegetazione fino ai piedi del ripido strappo che viene superato con numerose serpentine solo in parte assicurate con corde. Una buona occasione dunque per testare il grip della suola.

  • Ralf Dujmovits in cammino verso la vetta.

    Ralf Dujmovits in cammino verso la vetta.

  • Giunti in alto, l’esperto atleta LOWA si gode la vista imponente.

    Giunti in alto, l’esperto atleta LOWA si gode la vista imponente.

  • Di ritorno al rifugio, Dujmovits scambia...

    Di ritorno al rifugio, Dujmovits scambia…

  • ...alcuni pareri sui nuovi modelli con i suoi colleghi del team LOWA PRO.

    …alcuni pareri sui nuovi modelli con i suoi colleghi del team LOWA PRO.

Dopo una salita di quasi tre ore, alla sera era previsto il primo giro di discussioni. Alex Nicolai, amminis­tratore delegato di LOWA, espose le carat­teristiche salienti della nuova linea Performance e spiegò le tecnologie. In un’at­mosfera rilassata vennero scambiate le prime impressioni.

Giorno 2

Il secondo giorno, il team fu suddiviso in due gruppi. Le pres­tazioni del modello ROCKET furono testate ai piedi del Drachenkopf nella palestra di roccia “Coburger Hütte”. Nel secondo gruppo, Ralf Dujmovits e David Göttler sottoposero l’ALPINE PRO GTX a un banco di prova sulla roccia. Il tutto, naturalmente, sempre alla presenza del team di sviluppo, che ascoltava con grande attenzione ogni commento, per poi utilizzare gli input degli atleti profes­sionisti nei prodotti Performance tecnicamente perfezionati.

  • I monti circostanti al rifugio Coburger Hütte offrono tutte le situazioni utili per testare da cima a fondo i nuovi modelli.

    I monti circostanti al rifugio Coburger Hütte offrono tutte le situazioni utili per testare da cima a fondo i nuovi modelli.

  • Immagine con APPROACH PRO GTX LO, 2016_Athlete testing_CoburgerHütte

Giorno 3

Il terzo giorno l’evento si concluse con l’escursione sul Tajakante. A Gerlinde Kalten­brunner e Rudi Hauser era toccato il compito di testare l’AP­PROACH PRO GTX e intrapresero l’ascensione passando per la via ferrata. Ralf Dujmovits e David Göttler guidarono il loro team con l’ALPINE PRO GTX passando per il sentiero “normale” che porta alla vetta. Giunti in cima, oltre alla foto d’obbligo in vetta, ci fu il tempo per raccogliere un feedback dettagliato sulle tecnologie. Riscendendo insieme verso il rifugio, i due gruppi si scam­biarono già le loro idee sulle nuove visioni.

Cosa resta in concreto dopo tre giorni di intensi test? Molte nuove idee, un feedback dettagliato e la consapevolezza che le scarpe Performance di LOWA fanno senz’altro onore al loro nome.

  • L’immancabile foto di gruppo ai piedi della croce di vetta.

    L’im­man­cabile foto di gruppo ai piedi della croce di vetta.

alexander-nicolai_8822_erweitert

« I tre giorni passati al rifugio insieme agli atleti e la possibilità di provare e discutere semplicemente le varie cose, sono stati estremamente proficui. »

Alexander Nicolai | LOWA CEO