Athleten Workshop in Jetzendorf

Nascono i primi prototipi

Il secondo workshop con gli atleti a Jetzendorf

Nel marzo 2016 un nuovo appun­tamento: nel comune bavarese di Jetzendorf l’elite degli alpinisti profes­sionisti di lingua tedesca si riunì di nuovo con il team di sviluppo e marketing LOWA per confrontarsi su nuove innovazioni di prodotto. Inoltre, gli atleti del team LOWA PRO vennero messi al corrente della nuova strategia adottata dall’azienda sui social media, per primeggiare in futuro anche nelle sfide digitali.

Dopo che già a novembre gli svilup­patori di LOWA si erano messi al tavolo con alcuni grandi protagonisti della scena dell’al­pinismo per un intenso scambio di esperienze, ecco che a marzo era giunto di nuovo il momento di riunirsi: gli atleti del team LOWA PRO si diedero dunque appun­tamento a Jetzendorf per discutere in lungo e in largo le carat­teristiche dei prodotti programmati per il 2017 e per informarsi sulla strategia di LOWA sui social media.

  • Athleten Workshop in Jetzendorf
  • Athleten Workshop in Jetzendorf
  • Athleten Workshop in Jetzendorf
  • Athleten Workshop in Jetzendorf
  • Athleten Workshop in Jetzendorf
  • Athleten Workshop in Jetzendorf

La famiglia del team LOWA Pro

Come durante il ritrovo invernale in montagna, anche questo workshop si svolge in un’at­mosfera quasi familiare. Tutti si conoscono già e il contatto non spaventa nessuno. Gli atleti sono rilassati e chiac­chierano tra di loro delle avventure vissute recen­temente e delle spedizioni che hanno in programma. Atleti come Stefan Glowacz, Ines Papert e Rudi Hauser si salutano abbrac­ciandosi o con una stretta di mano come se la sera prima avessero liberato insieme una via difficile in stile red point. Perfino l’al­pinista estremo Ralf Dujmovits, nonostante il poco tempo a disposizione, non può fare a meno di scambiare due parole con i colleghi. Del resto si sta preparando a un settemila in Pakistan non ancora scalato ed è in tournée con il suo ciclo di conferenze in tutta la Germania. Il fatto che anche i profes­sionisti non siano immuni dai problemi quotidiani, lo hanno dimostrato Alix von Melle e Luis Stitzinger. I due alpinisti estremi, incappati in un ingorgo stradale, si sono presentati in ritardo alla tavola rotonda alpinistica, completando così la comitiva.

  • Athleten Workshop in Jetzendorf
  • Athleten Workshop in Jetzendorf

L’obiettivo del secondo workshop era di nuovo il confronto diretto da pari a pari e la discussione delle novità di prodotto che LOWA vuole portare sul mercato per la prossima stagione alpinistica. Ma prima di passare all’esame dei primi prototipi, Michael Frank ha presentato agli atleti la nuova strategia di marketing di LOWA sui social media, nella quale anche gli atleti profes­sionisti svolgono un ruolo deter­minante.

I frutti di un intenso lavoro

Ma per i veri alpinisti il mondo digitale è solo una parte della storia. La vita reale per loro è più interessante. Come anche i prototipi che Alex Nicolai presenta subito dopo agli atleti. Anche questa volta l’ex capo del team di sviluppo e attuale amminis­tratore delegato di LOWA ha presentato alcune delle carat­teristiche salienti della nuova collezione per il 2017, che in parte sono uscite fuori dal lavoro svolto insieme ai profes­sionisti. Oltre all’ALPINE PRO GTX, uno scarpone da alpinismo con la punta accorciata, per il quale sono state sfruttate soprattuto le esperienze dell’al­pinista estremo David Göttler, è stata presentata anche l’AP­PROACH PRO GTX LO, una scarpa da approccio con l’in­novativa tecnologia Speed Lacing e l’al­lac­ciatura a due zone, caldeggiata da Luis Stitzinger. Gran­dissimo interesse ha suscitato a sua volta il modello da arram­picata ROCKET, concepito soprattutto per profes­sionisti e arram­picatori amatoriali esigenti. Agli alpinisti è stata dunque presentata una gamma quanto mai variegata che mette in evidenza la capacità d’in­novare carat­teristica di LOWA.

Anche questa volta i prototipi hanno incassato elogi e suscitato grande ammirazione. Qui e là sono state avanzate ancora proposte di ottimiz­zazione, che Alex Nicolai ha accolto volentieri. Del resto non c’era granché da criticare, visto che il team di sviluppo aveva prestato bene ascolto già in occasione del primo workshop, regis­trando le diverse richieste e osser­vazioni degli esperti di alpinismo. E il risultato di questa discussione costruttiva era sotto gli occhi di tutti. Più di un prototipo LOWA e sicuramente anche altri modelli LOWA andranno già ques­t’anno in tournée insieme con gli atleti del team LOWA PRO.

  • Athleten Workshop in Jetzendorf
  • Athleten Workshop in Jetzendorf