Il tour Pianificazione dell’escursione dalla A alla Z

Immagine con SASSA GTX LO Ws, Katalog Auswahl Benjamin Pfitscher 2019

Fare un’escursione nella natura è bello e divertente e poi regala momenti indimen­ticabili. Affinché questi momenti indimen­ticabili restino nella vostra memoria come un bel ricordo, abbiamo stilato una raccolta di consigli che vi aiuteranno a pianificare il vostro tour e a prepararvi a tutte le evenienze.

Wanderszene am Altu del Pirue, Picos de Europa, Spanien.

In giro Trovare i tour giusti!

Non tutti sono escur­sionisti nati e non tutti sono atleti superal­lenati. E dato che esistono itinerari escur­sionistici di diversa difficoltà, si dovrebbero in partenza considerare atten­tamente due domande: 1. Quale meta si vuole raggiungere? 2. Quanto lontano si vuole andare?

  • Siate coscienti dei vostri limiti!
    Scegliete l’itinerario adatto in base alle vostre capacità e non soprav­valutate voi stessi.

  • Servitevi di mappe e altre fonti per la preparazione!
    Una volta definiti il punto di partenza e il punto di arrivo, familiariz­zatevi con le carat­teristiche geografiche del percorso con l’ausilio di mappe, consulenti di viaggio e altre infor­mazioni – più cose sapete, meglio saprete cavarvela in seguito se si presenta qualche problema.

Immagine con INNOX EVO GTX QC JUNIOR,

« La preparazione è tutto! Portate sempre un telefonino con voi e lasciate detto a un amico dove andate! »

a daily travel mate

Wanderszene,  , Cesky Raj, Tschechien.
CEVEDALE EVO GTX

Il nostro consiglio per la scarpa:
CEVEDALE EVO GTX

Idoneità all’at­tività Norme di compor­tamento

Un’escursione nella natura nasconde sempre anche piccoli o grandi pericoli, non importa se siete da soli, in due o in comitiva. Questi pericoli si possono ridurre al minimo con un’ac­curata preparazione.

  • Una volta partiti, fate in modo di essere in ogni caso raggiun­gibili!
    Portatevi dietro un cellulare o uno smartphone e una powerbank e lasciate detto almeno ad un amico, che si rende disponibile come contatto d’emergenza, oppure a un rifugio lungo l’itinerario, in quale zona siete diretti e quale meta volete raggiungere.

  • Rimanete insieme!
    Chi si muove in comitiva, dovrebbe sfruttare il vantaggio e restare sempre a portata di vista degli altri. Così ognuno può badare all’altro.

  • Non dimen­ticate di bere!
    Soprattutto nelle giornate molto calde il rischio di disidratarsi è in agguato. Partite dunque con una riserva d’acqua sufficiente e dissetatevi frequen­temente.

  • Fate delle pause!
    Come è importante bere regolarmente, altrettanto lo è fermarsi di tanto in tanto a mangiare qualcosa.

2020_lowa_arthur-kudelka

« Non uscire mai dal sentiero! Se si rimane sul sentiero non c’è possibilità di perdersi. »

Arthur | LOWA Respon­sabile servizi

Wanderszene bei 
Mangualde, Viseu, Portugal.
CADIN GTX MID

Il nostro consiglio per la scarpa:
CADIN GTX MID

In giro Escursioni in solitaria: un’es­perienza speciale

Che cosa aspetti? Infila gli scarponi e via! Se è la prima volta che pianifichi un’escursione in solitaria abbiamo un paio di consigli per te. Se vuoi evitare brutte sorprese, informati in anticipo sull’itinerario che intendi percorrere e in caso di dubbio scegli un percorso più facile; non dimen­ticare di portare con te l’at­trez­zatura giusta.

  • Resta raggiun­gibile!
    Portare con te un telefono/smartphone (con power bank) e dire a un amico dove vai e contattarlo con quando sei arrivato a destinazione

  • Preparati!
    Portare con te un kit di emergenza e una mappa.

  • Non andare da parte!
    Rimanere sui sentieri tracciati e seguire sentieri escur­sionistici premium.

  • Ascoltarti!
    Ascoltare il tuo corpo, trovare il tuo ritmo e fare delle pause. Fidarti del tuo istinto e chiedere aiuto se ne hai bisogno.

  • Controlla il tempo!
    Controllare le previsioni meteo prima di partire.

Bildauswahl Sarntaler Hufeisen Alix von Melle

« In generale potete evitare pericoli inutili, tenendovi sul sentiero. Giova scegliere itinerari escur­sionistici certificati e come già accennato, consultare le previsioni meteo prima del tour. »

Alix von Melle | LOWA PRO Team

Herbstabend auf dem Dos da Trat, Gardasee, Trentino, Italien.
CALCETA III GTX Ws

Il nostro consiglio per la scarpa:
CALCETA III GTX Ws

In giro Che tempo farà? Come riconoscere i segnali della natura

Soprattutto in montagna le condizioni atmosferiche possono cambiare molto rapidamente. Pioggia, temporali, vento, nebbia e freddo: con il mutare del tempo i sentieri possono trasformarsi in una trappola. In caso di brutto tempo devi agire con la massima cautela, cercando riparo in un rifugio o in un bivacco. Osservando la fauna e la natura stessa puoi capire se è in arrivo un temporale. Prima di partire informati sui diversi tipi di nuvole. Se il cielo si riempie di cumuli e la nebbia si infittisce, è in arrivo il brutto tempo; lo stesso vale per i cirri e gli strati.

È in arrivo brutto tempo? Questi sono i segnali:

  • wind_clipping

    Vento
    Il vento cambia direzione e aumenta di intensità

  • mist_clipping

    Nebbia
    La nebbia sale sempre di più verso l’alto e non si dissolve

  • clouds_clipping

    Nuvole
    Deter­minate formazioni di nuvole, come i cumuli

  • worm_clipping

    Sottobosco
    Tantissimi lombrichi nel sottobosco

  • swallow_clipping

    Ulteriori segni
    Pressione dell’aria in discesa, le rondini volano più in basso e la visibilità è molto buona