Idoneità all’at­tività Fate bene i bagagli

Gardasee

Quando pianificate un’escursione vi piace fare tutto bene? Ecco, lo stesso vale per lo zaino, soprattutto se intendete affrontare un tour di più giorni pernottando in uno o più rifugi. Per questa even­tualità esiste un equipag­giamento di base che dovreste avere sempre con voi.

  • Sacco a pelo da rifugio
    È obbligatorio per i pernot­tamenti in rifugio. A differenza di un normale sacco a pelo è molto più sottile e leggero, e serve a garantire l’igiene più che a tenere caldo. Per non soffrire il freddo si ricorre invece alla tecnica degli strati: una volta che vi siete infilati nel sacco a pelo, copritevi con le coperte del dormitorio e starete al calduccio.

  • Calzini spessi/ciabatte
    Gli scarponi bagnati, sporchi o semplicemente maleodoranti sono banditi nei rifugi. Allora toglieteli, portateli nell’area apposita per farli asciugare o arieg­giarli e indossate i calzini o le ciabatte che avete con voi.

  • Contante
    I rifugi non sono alberghi e in genere accettano solo contante. Quindi portatene con voi a sufficienza, in base alla durata del vostro tour.

  • Sacchetto della spaz­zatura
    La vostra spaz­zatura è una vostra respon­sabilità, per cui mettete nello zaino un sacchetto e riportate a valle i vostri rifiuti.

  • Tappi per le orecchie e lampada frontale
    Nei dormitori dei rifugi si incontrano le persone più disparate, c’è chi russa, chi si alza presto e chi di notte va continuamente in bagno. I tappi per le orecchie sono indis­pen­sabili per dormire sonni tran­quilli, mentre una lampada frontale vi permetterà di muovervi di notte evitando di calpestare qualcuno e fare una figuraccia.

2020_lowa_arthur-kudelka

« Se vi capita di dimen­ticare a casa il vostro sacco a pelo, poco male. La maggior parte dei rifugi dispone di sacchi a pelo che noleggia dietro un piccolo corris­pettivo. »

Arthur | LOWA Respon­sabile servizi