2019_Von Steinen und Nadeln

LOWA ACTIVE Team Volker Schöffl

La combinazione perfetta di sport all’aperto e medicina

Nella sua carriera come medico sportivo e orto­pedico sportivo, Volker Schöffl riesce a combinare bene le sue due passioni: le attività sportive all’aperto e la medicina. Da oltre 35 anni questo sportivo entusiasta attraversa e scala montagne e negli ultimi 25 anni ha affrontato montagne del decimo grado di difficoltà. Ha potuto già realizzare con successo oltre 100 prime ascensioni, tra l’altro nel sud-est asiatico. Le sue esperienze sono state oggetto di numerosi libri e di oltre 100 pubblicazioni scien­tifiche nel settore della medicina dello sport.

Tra le sue peculiarità durante la scalata si annoverano le prime ascensioni di alcuni percorsi 8b e la prima ascensione nei « Continental Drifters » (multipitch, 7c+) in Thailandia. In qualità di medico senior presso il Centro per la medicina dello sport inter­disciplinare presso il Klinikum Bamberg, nonché in qualità di medico dell’as­sociazione del DAV (il club alpino tedesco), Volker Schöffl cura numerosi atleti, tra i quali quelli della nazionale di arram­picata e di sci alpinismo. Il suo progetto di volon­tariato in Laos sta particolarmente a cuore a Volker e a sua moglie Isabelle, anche lei medico, e testimonia il fortissimo legame con l’Asia di questo straor­dinario atleta del team LOWA ACTIVE. Da oltre dieci anni si prendono cura della popolazione di questo piccolo Stato senza accesso al mare che risente ancora delle riper­cussioni della guerra del Vietnam.

Insieme a Kilian Reil ha persino realizzato un documentario che nel 2018 ha partecipato al festival cinema­tografico dell’or­ganiz­zazione Medici senza frontiere vincendo il premio « Excep­tional Merit Award of Excellene for Cinema­tography ». Il suo obiettivo rimane non tanto quello di cambiare il paese, quanto di aiutare gli abitanti e di imparare qualcosa da questa esperienza. « Se vuoi lavorare qui o sviluppare qualcosa di nuovo devi adattarti al sistema. Non devi perdere di vista te stesso, né mettere da parte i tuoi valori e i tuoi obiettivi. Ma devi fare molte cose alla maniera laotiana », racconta l’atleta.

Fatti e dati

Data di nascita:
02.11.1965
Luogo di nascita:
Schweinfurt
Paese d’origine:
Bamberga
Professione:
Medico chirurgo
Punto d’ar­ram­picata preferito:
Giura Francone
Montagna locale:
Staf­felberg
Altezza:
1,78 m
Peso:
68 kg

Volker Schöffl,
Qual è stata fino adesso la tappa più importante tra le tue arram­picate?

« Le prime ascensioni di alcuni percorsi 8b, la prima ascensione del “Continental drifters” (multipitch, 7c+, Thailandia, anni ‘90, con Sam Lightner Jr e Gerd Schöffl). Più di 100 prime ascensioni in Laos, Thailandia, Borneo ecc. »

Quali sono i tuoi obbiettivi sportivi?

« Ora ho 51 anni, in futuro vorrei cimentarmi in percorsi 8a, scoprire nuove regioni nel sud-est asiatico, ottenere tempi migliori nel trail running e partecipare a un paio di competizioni di sci alpino. »

Hai un tuo motto?

« 99% of your life is what you make out of it, if you think your life sucks, you just suck, ovvero “Il 99% della tua vita è ciò che ne fai, se pensi che la tua vita faccia schifo, fai semplicemente schifo. (©Jack Keruoak) »

Le mie scarpe per…

Le spedizioni e i tour